[08-04-2019]

“Noi cittadini per il Sud”, ricorsi elettorali: appello ai Presidenti della Camera e del Senato e al Presidente della Repubblica Mattarella

Ricorsi elettorali presso Giunte delle Elezioni Camera e Senato appello ai Presidenti della Camera Fico e del Senato Casellati e al Presidente della Repubblica Mattarella

 

Ad un anno dall’insediamento del nuovo Parlamento le Giunte delle Elezioni delle Camere ancora non hanno preso in esame i ricorsi elettorali presentati da decine di rappresentanti politici territoriali, i quali legalmente denunciano errori elettorali  nell’attribuzione dei seggi del Viminale prima e delle Corti di Appello regionali  poi, previsti dalla legge elettorale Rosatellum e dall’allegato D.P.R sul principio Costituzionale della “proporzionalità territoriale”

E’ quanto denuncia fortemente il Comitato Politico ” Noi cittadini per il Sud” che in una nota dichiara:

“Facciamo appello al Presidente della Repubblica Mattarella e ai Presidenti dei due rami del Parlamento On.Fico e Sen.Casellati affinchè intervengano sui due Presidenti delle Giunte delle Elezioni Camera e Senato rispettivamente On. Giachetti e Sen. Gasparri per esaminare i ricorsi elettorali presentati da una ventina di esponenti politici/candidati presso le Giunte delle Elezioni”.

L’ attribuzione dei seggi attraverso il metodo proporzionale prevista dalla legge elettorale Rosatellum, ha prodotto la proclamazione di alcuni eletti su tutto il territorio nazionale, che siedono “abusivamente” in Parlamento.

“Caso emblematico è stato quello verificatosi nella “Circoscrizione Campania 2″- Camera dei Deputati- che comprende i 3 collegi di Salerno, Caserta e Avellino/Benevento e l’attribuzione di 18 seggi,afferma il Coordinatore nazionale del Comitato politico Noi Cittadini per il Sud Evangelista Campagnuolo.”

Al  collegio provinciale  di Salerno spettano per legge 7 seggi e invece  ne sono stati assegnati 9 (due in piu’), al collegio di Caserta ne spettano 6, invece ne ha avuti 5 (uno in meno) e per finire anche il collegio di Avellino/Benevento cui spettano 5 seggi ne sono stati attribuiti 4 (uno in meno)

Come mai questa discriminazione territoriale? Perche’ il collegio elettorale di Salerno ha avuto due seggi in piu’ a discapito degli altri due collegi della circoscrizione Caserta e Avellino/Benevento che rispettivamente ne hanno avuti uno in meno?

I ricorsi elettorali sono stati presentati e depositati entro i termini previsti presso le Giunte delle Elezioni di Camera e Senato, come mai tali ricorsi ancora non vengono esaminati e discussi?

Noi  chiediamo il rispetto verso la Democrazia contro ogni vecchia  logica della politica della CASTA, affinchè tali ricorsi vengano velocemente esaminati dalle Giunte delle Elezioni competenti, in modo da fare  giustizia nei confronti dei cittadini elettori  e dei loro territori usurpati.

Dalla Campania ,Sicilia, Puglia ,Sardegna,Calabria arrivano proteste in tal senso, ma anche dalla Lombardia, Piemonte e Toscana. Chiediamo solo celerità e trasparenza nel segno piu’ profondo del rispetto delle Istituzioni italiane e in tal caso dal Parlamento della Repubblica italiana

Faremo sentire la nostra voce a tutte le Istituzioni e se occorre anche alla Corte di Giustizia Europea