[19-01-2014]

Pengue,Guardia Sanframondi: “Amministrazione Panza: quattro anni di nulla!”

noi_cittadini_per_il_sud_SMALL_JPEGAbbandonarsi alla lettura (o ancor peggio cadere vittima) degli ipnotici comunicati dell’ufficio stampa comunale di Guardia Sanframondi è come rivivere nello spazio di pochi minuti quattro anni di disastri e di declino politico, sociale economico di questa comunità. Quattro anni di nulla!

Guardia Sanframondi è una comunità oggi condannata dalla propria amministrazione a campare senza ambizioni. Un paese in deroga. Quattro anni di immobilismo. Quattro anni di ostracismo, di avvertimenti, di messaggi in bottiglia. Dove la libertà di espressione vale per tutti, ma non per qualcuno. Dove la libertà di critica è “tollerata”, purché politicamente corretta. Dove la privacy del “Primo Cittadino”, non va assolutamente violata. Dove il “problema” è la lesa maestà. Con un sindaco che assomiglia sempre di più a un podestà, che vuol governare senza consiglio comunale e un domani possibilmente senza elezioni, con indiscussi e indiscutibili poteri decisionali, a tutela di espliciti interessi e con una collaudata inclinazione alla propaganda con la quale divulgare e sostenere il nulla, l’inazione. Quattro anni di antiche e nuove manifestazioni di arroganza e stupidità. Quattro anni governati dalla pancia. Quattro anni di grandi indigestioni di Guardia da bere. Il tutto magnificato da giovani camerieri (di maggioranza) con la giaccia inamidata. Quattro anni il cui risultato è stato unicamente l’ubriacatura dovuta alla scarsa qualità del prodotto e l’incapacità del capo-chef: che a molti ha provocato insopportabili bruciori di stomaco. (Una pastiglia di Maalox non servirà ad alleviare il malessere).

Dopo questo intontimento ci si aspettava finalmente di farla finita con gli espedienti da quattro soldi, di uscire dall’atmosfera viziata di questa cambusa di nequizie, di fare due passi per schiarirsi il cervello e invece piomba nuovamente il podestà di Guardia con la sua fintissima simpatia e la totale assenza di contenuti, e mette insieme “finzioni politiche” come quella del PUC condiviso e dei milioni di euro del Progetto Strategico infrastrutturale… E come il governo nazionale, dà vita a una superproduzione di buoni intenti e di appetitosi annunci, evitando accuratamente di far seguire alle parole i fatti… E ancora una volta il nastro si avvolge e torna indietro lungo la via crucis dei luoghi comuni, i trucchi della retorica, gli annunci e gli slogan senza sostanza grazie ai quali Guardia Sanframondi si sta condannando a morte.

Non sarebbe ora di finirla?

Indubbiamente, l’apertura prevista nelle prossime settimane di una sezione di Forza Italia potrà essere d’aiuto e da stimolo ai cittadini guardiesi. Soprattutto per quanti, dell’area moderata, a Guardia non si identificano in questo metodo arcaico di interpretare la politica e il bene comune. Il cambio di passo, il cambiamento, il Godot di questi quattro anni, l’abbiamo aspettato abbastanza. A maggior ragione i giovani di Guardia. I giovani, almeno loro, provino a mettersi in gioco, anzi cambio verbo, sono sicuro che si mettono in gioco! Solo con loro, solo coesi si può tornare ad essere protagonisti e rappresentare senz’altro una valida alternativa a questa amministrazione.

Raffaele Pengue

Noi Cittadini per il Sud per Forza Italia